IL DIARIO DI EVA al Teatro Foce, 29 giugno, ore 20.30

Posted on 05/23/16 No Comments

PATRIZIA BARBUIANI 

legge

IL DIARIO DI EVA

di Mark Twain

Foto Il diario di Eva di Patrizia Barbuiani

LONGLAKE FESTIVAL 29 giugno 2016, ore 20.30

TEATRO FOCE, Lugano, entrata gratuita

Tel. +41 (0)58 866 48 00 – info@longlake.ch

traduzione e rielaborazione PATRIZIA BARBUIANI

composizione musicale ed esecuzione dal vivo GABRIELE MARANGONI

produzione TEATROX

Il programma in formato PDF

Il diario di Eva scritto da Mark Twain è un racconto ironico, pungente e poetico.

La storia, narrata in prima persona da Eva nei giorni della creazione del mondo, ripercorre attraverso i suoi appunti la sua crescita e le sue scoperte giornaliere. Eva è una figura soave, curiosa, ciarliera, romantica, intraprendente, “nomina“ le cose e gli animali, „inventa“ il fuoco e l’amore, dà la parola ad Adamo, figura presente e silenziosa, gli crea attorno il Paradiso terrestre, fantastica su di lui e sulla fine di un sogno. Attraverso l’incontro con Adamo scopre nuove emozioni, la solitudine, il dolore, il disincanto per la perdita del Paradiso sacrificato per amore e senza rimpianto.

L’Eden e la figura di Eva, precorritrice dell’umanità, proposti con sarcasmo e saggezza dal grande scrittore americano Mark Twain.


MARK TWAIN, (1835-1910), pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens è stato uno scrittore, umorista e docente statunitense. È considerato una tra le maggiori celebrità americane del suo tempo. Dapprima pilota dei battelli a vapore sul  Mississippi, Twain cominciò la sua carriera di scrittore di racconti umoristici, e finì per divenire, dopo alcune travagliate vicende personali, un severo e irriverente cronista delle vanità, sferzante contro ogni ipocrisia e crudeltà umana, nonché critico delle religioni. A metà carriera, con Huckleberry Finn, combinò fine umorismo, solida narrativa e critica sociale, ad un livello senza rivali nel mondo della letteratura americana.


PATRIZIA BARBUIANI dopo la sua formazione triennale di teatro con diploma in svariate discipline si orienta e specializza sulla tecnica dell‘improvvisazione teatrale, sulla voce e sulle potenzialità dell‘attore.

Collabora con la Televisione Svizzera per cinque anni per redigere testi, animare e presentare trasmissioni in diretta, „Bigbox“ „Ragazzi ammessi“ „Club Hotel fortuna“ „Tutti detective“.

Ha collaborato con la Markus Zohner Theater Compagnie in veste di attrice, nella creazione di spettacoli e nel promuovere progetti internazionali di teatro in tutto il mondo, con la quale ha ricevuto riconoscimenti, SWISS THEATRE AWARD 2000, Premio di Pubblico in Iran, in Pakistan, Premio di critica in Russia, Estonia,Slovacchia.

Fonda la sua compagnia TeatroX e allestisce regie, „Eva e Adam“ „HOMEsweetHOME“ „Hans Christian Andersen“  „Angeli ribelli“ „DIOfemmina“ „MorsRidens“  „GiorniFelici HappyDays“

„LA BIBBIA One God Show“ „Gilgamesh la ricerca dell’immortalità“.

Nel 2012 viene invitata in Russia, per allestire al teatro Mali di Novgorod la sua creazione „3Sorelle“. Allestisce il progetto „Handschlag!“, teatro interattivo e di formazione per un grande ospedale svizzero, con 60 repliche in un anno.

Alterna la sua attività teatrale con quella letteraria. Il suo romanzo „La stiratrice“ è stato pubblicato da Manni editore, i suoi testi teatrali hanno esordito in Svizzera e Germania. Oltre alla sua attività in veste di creatrice e regista di spettacoli, tiene corsi di teatro e voce in Svizzera, Germania e nel mondo.


GABRIELE MARANGONI Ottiene con la valutazione di Eccellenza il Master of Advanced Studies in Contemporary Music Performance and Interpretation presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, il Master in Fisarmonica Digitale con il massimo dei voti presso il Conservatorio G.Verdi di Milano; in precedenza, sempre col massimo dei voti, ottiene il Diploma in Fisarmonica sotto la guida del M.Sergio Scappini , studia Composizione Sperimentale con il M. Dario Maggi presso il Conservatorio di Musica di Milano. Presso l’Università degli Studi di Torino ottiene la Laurea in Scienze e Tecnologie delleArti con il professor Ernesto Napolitano. Parallelamente agli studi universitari frequenta i corsi di Composizione musicale conl’ausilio di tecnologie elettroniche al centro di ricerca musicale AGON di Milano.

Le sue opere si sviluppano dalla musica sperimentale per il teatro alla sonorizzazioni di spazi scenici , dalla musica contemporanea per ensemble, solisti e orchestre, a progetti di alta tecnologia, spettacoli, musica elettronica ed elaborazioni sonore dal vivo. La sua arte si espande anche verso installazioni, video e performance, anche in collaborazione con alcuni dei più grandi artisti, interpreti e direttori d’orchestra della scena contemporanea.I suoi lavori sono stati presentati in festival in Germania, Croazia, Cina, Pakistan, Serbia,Italia, Colombia e Svizzera.

UA-17737382-5