anteprima DEAD END SPOON RIVER a POESTATE giovedì 1 giugno ore 19.30 patio municipio Lugano

Posted on 05/01/17 No Comments

coproduzione TEATRO

SECRET THEATER ENSEMBLE 

DEAD END

SPOON RIVER

dall’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

testi

E. Lee Masters, Patrizia Barbuiani

regia

Patrizia Barbuiani

interpreti

Soprano : Beatrice Binda

Baritono : Renato Cadel

voce sonora: Patrizia Barbuiani

Clarinetto: Dario Garegnani

Fisarmoniche digitali : Sergio Scappini

                                          Gabriele Marangoni

composizione

Mario Peragallo

Gino Negri

Gabriele Marangoni

 

LA PERFORMANCE

L’Antologia di Spoon River (Spoon River Anthology) è una raccolta di poesie che il poeta statunitense Edgar Lee Masters pubblicò tra il 1914 e il 1915 sul Mirror di St.Louis. Ogni poesia racconta, in forma di epitaffio, la vita di una delle persone sepolte nel cimitero di un immaginario paesino del Midwest statunitense.

La raccolta comprende diciannove storie che coinvolgono un totale di 248 personaggi che coprono praticamente tutte le categorie e i mestieri umani. Masters si proponeva di descrivere la vita umana raccontando le vicende di un microcosmo, il paesino di Spoon River.

Nella prefazione ad una delle edizioni italiane dell’opera, Fernanda Pivano scrive che „l’autore definiva questo libro qualcosa di meno della poesia e di più della prosa“ e, in effetti, la struttura netta e scarna dei versi sembra dare ragione a Masters. Il tono degli epitaffi è sempre „narrativo“, mai „declamatorio“ e la voce dei protagonisti è sfumata, priva di un vero rimpianto per il passato che non c’è più.

La particolarità del progetto DEAD END SPOON RIVER è la ripresa di composizioni di musica contemporanea che non sono più state eseguite e che vertono proprio sulla poetica di Edgar Lee Masters. 

Mario Peragallo nel 1947 su commissione della Fenice di Venezia compose „La collina“ ripresa nel 1951 al Teatro alla Scala di Milano con regia di Giorgio Strehler. Gino Negri (Perledo, Lecco, Lombardia) nel 1949 realizzò „L’antologia di Spoon River“ per il teatro la Pergola di Firenze.

Due composizioni chiave per il periodo degli anni ’50 di cui non esiste registrazione  e che il compositore vivente Gabriele Marangoni riscriverà e riadatterà per il nuovo ensemble.

Gabriele Marangoni svilupperà e comporrà una terza parte in cui i testi nuovi verranno scritti da Patrizia Barbuiani nello stile di epitaffio come da Masters, ma tracciando delle storie e dei quadri di vita e morte più contemporanei e legati alla nostra epoca e alla nostra realtà.

Un’orchestrazione di musica, suoni e voci per riproporre la poesia attraverso una chiave di ascolto visiva e sonora. Tre stralci dal vivo dei tre compositori, di cui non esistono registrazioni, per inquadrare un’opera letteraria e poetica che ha fatto storia.

Per „Poestate“ un’anteprima inedita dello spettacolo che debutterà a novembre al Teatro Foce di Lugano.

LA COMPAGNIA TEATROX

La compagnia TEATROX nasce dall‘esigenza dell‘attrice, regista e scrittrice Patrizia Barbuiani di confrontarsi personalmente nell‘ambito teatrale con una sua struttura di cui sia responsabile sia in ambito artistico che amministrativo.

Dopo anni di collaborazioni con diverse compagnie teatrali ticinesi e non, dopo svariati anni nel calcare le scene, dopo  l’allestimento di lavori in collaborazione con enti di altri paesi, sente l’esigenza di creare dei progetti teatrali individuali.

Durante un lungo periodo di esperienza teatrale sia come creatrice, autrice e curatrice di spettacoli poi interpretati sulla scena in collaborazione con altri artisti, ritiene maturata una visione teatrale e una necessità di confrontarsi direttamente e personalmente con una struttura di progetti teatrali che dipenda interamente dalla sua persona e dalla sua responsabilità. 

Per questa ragione fonda nel 2010 la struttura teatrale TEATROX. 

Con questa struttura promuove giovani artisti e contribuisce alla loro crescita artistica e creativa, mettendo a frutto le loro capacità e potenziando le loro conoscenze. Attraverso un lavoro costante di creazione e messa in scena ha potuto offrire a questi giovani artisti i mezzi per fare un’esperienza concreta e costruttiva in ambito teatrale.

Nelle intenzioni si tratta di elaborare nuovi progetti teatrali destinati a un pubblico adulto, partendo da un tema, sviluppo di un testo teatrale in collaborazione con altri professionisti, regia o ricerca di registi poi per la messa in scena. L’impulso per la creazione di nuovi spettacoli viene dettato da bisogni legati a tematiche odierne o rilettura in chiave moderna di temi classici. 

Lo sviluppo teatrale si concentra sulla collaborazione attraverso altre discipline che ne completino la finalità e apportino un contributo essenziale per dar vita a un progetto artistico di ampio respiro. Negli ultimi anni la ricerca ha continuato il suo corso affiancandosi alla musica, alla tecnica, alla proiezione, alla danza, elementi diversificati che uniscono le varie metodologie per un senso artistico e progettuale di creazione e mai fini a sé stessi. L’integrazione delle varie discipline è un fattore basilare nello sviluppo di una performance.

 

SECRET THEATER ENSEMBLE

Il teatro inesistente, il luogo smarrito dell’animo umano; l’immaginifica e perpetua cattedrale dalla più sottile sensibilità. Un’ombra, un sospiro.

La segretezza dell’immateriale azione di ascesa, il pensiero che, come piccola goccia, percorre le atmosfere e le terre da svelare e scoprire.

Per noi è questo il SECRET THEATER, la preziosa scintilla ubicata nello spazio della mente che da pensiero intimo, personale e segreto diviene azione ed esperienza, diviene luogo che accoglie, ascolta e parla, diviene teatro. 

L’Ensemble ha l’obiettivo di creare una realtà artistica innovativa basata sull’eccellenza, sulla sperimentazione e sull’aperta cooperazione tra realtà artistiche, sociali ed istituzionali.

Concetto base del progetto è quello di valorizzare la più recente produzione artistica, programmando Prime Assolute , creando dialoghi e scambi tra le diverse forme d’arte e valorizzando l’attività didattica nei confronti degli  studenti dei Conservatori, delle Università e delle Accademie.

L’ensemble sarà di tutti, aperto all’Europa e con un forte principio d’internazionalità , perché lo scambio e la conoscenza del diverso permette sempre la crescita.

Importante per l’ensemble è la continuità e la stabilità sia per costruire una nuova tipologia di pubblico sia per progettare un percorso articolato ed organizzato nel tempo. 

SECRET THEATER ENSEMBLE è una realtà nuova, formata da artisti di comprovata esperienza e che da sempre lavorano sull’innovazione, giuridicamente è un’Associazione Culturale fondata nel 2016 da Gabriele Marangoni (compositore, musicista e docente presso il Conservatorio di Musica G.P. Palestrina di Cagliari) e Dario Garegnani (direttore d’orchestra attivo sulla scena contemporanea italiana ed europea).

SECRET THEATER ENSEMBLE persegue l’ideale di collaborazione e interscambio attraverso un programma di artist in residence pluriennale ed un programma di guest artist.

 

UA-17737382-5